Hugo

A Venezia non c’è solo il turismo, se siete andati solo per fare una foto a Piazza San Marco e comprare due ninnoli di cristallo… dovrete tornarci per fare tutto il resto.
Il Bacaro-Tour è in assoluto un must per il veneziano (che fa sempre serata nei Bacari) e per il forestiero che non ami fare il turista, ma voglia fare esperienza della vita vissuta dalla città che sta visitando.
Noi non potevamo perdercelo, quindi appena sbarcati a Piazza San Marco ci siamo divincolati tra folle di turisti astanti e siamo scappati nelle stradine deserte, lontane dal frastuono e dai ninnoli di cristallo.
Il nostro Bacaro-Tour aveva un programma fittissimo, costruito su indicazioni degli amici autoctoni che erano a lavorare mentre noi … noi no.
Imboccato il primo Bacaro, ed era già un fuori programma del nostro tour, abbiamo scoperto che al più famoso Spritz si affianca un po’ meno noto ma non per questo meno buono Hugo.
E non chiamatelo l’alternativa bianca allo Spritz….. che Hugo si offende!

 

per 6 persone

 

 

1 Bottiglia Prosecco

1 Bottiglia Acqua Tonica

Sciroppo di Sambuco QB

1 Mela Verde

1 Lime

Menta fresca QB

 

 

  1. Mettere sul fondo dei bicchieri un paio (anche tre, in base al vostro gusto il sambuco addolcisce molto il secco/amaro del prosecco e soprattutto dell’acqua tonica) di cucchiai di sciroppo di sambuco.
  2. Aggiungere il ghiaccio a riempimento del bicchiere.
  3. Inserire una fetta di mela verde (opzionale), una fetta di lime (o in alternativa di limone).
  4. Riempire per metà il bicchiere con prosecco.
  5. Completare riempiendo con acqua tonica (o, se non l’avete trovata, acqua moooolto frizzante).
  6. Dare un mescolata (lo sciroppo tende a scendere sul fondo e non mescolarsi man mano che inserite gli altri ingredienti) con un cucchiaino lungo o una cannuccia. Inserire un rametto di menta fresca.
  7. Servire subito, accompagnato con cicchetti.

 

Ah…. amici a cui ho consigliato la ricetta dicono che Hugo è facilissimo ma buonissimo, ma che – nelle dosi – non basta nemmeno per 4 persone! Fate voi 😉